Uso efficiente risorse

Uso efficiente risorse

Le risorse del pianeta sono limitate e vengono consumate rapidamente. La crescente pressione su di esse indebolisce l’ambiente e incide sul loro valore con negativi risvolti economici. Il concetto di uso efficiente delle risorse rimanda a un impiego ottimale di materiali per produrre valore e un cambio di passo nelle modalità di consumo.  Sull’onda della normativa europea si sono moltiplicate in questo campo iniziative, sperimentazioni e progetti che formano un capitale di esperienze a cui guardare per progettare nuovi interventi. 


Per maggiori approfondimenti sul tema Uso efficiente risorse clicca qui.

  DESCRIZIONE La produzione di materiali per la pavimentazione, in particolare piastrelle ceramiche e mattoni in calcestruzzo, ha un forte impatto ambientale in termini di emissioni di gas serra e consumo di energia, dato il grande fabbisogno energetico richiesto per produrli e l’inquinamento atmosferico che ne deriva.Il consumo energetico varia da 1.710 a 2.805 kJ per ogni kg di prodotto realizzato, il 90% del quale proviene dalla combustione di gas naturali; i...
  DESCRIZIONE DEL PROGETTO Le foreste rappresentano un’importante risorsa naturale in grado di fornire all’uomo differenti prodotti e servizi, quali legname, aria salubre, aree di riposo e ricreazione. Esse rappresentano inoltre un freno al cambiamento climatico, agendo da serbatoi in grado di assorbire grandi quantità di CO2. La salvaguardia delle foreste e interventi di riforestazione, laddove possibile, risultano di grandissima importanza per garantire la conservazione della...
DESCRIZIONE In Europa le piccole e medie imprese (PMI) rappresentano una parte considerevole del sistema economico e produttivo. Per la loro forte diffusione vengono sempre più indirizzate verso l’adozione di nuovi modelli di produzione e di consumo sostenibili e con un minore impatto ambientale. LE PMI raramente utilizzano sistemi e strumenti di gestione ambientale (Environmental Management System - EMS), rispetto all’utilizzo che invece ne fanno le grandi imprese, a causa della loro...
DESCRIZIONE Il progetto FERPODE s’inserisce nel mercato dei fertilizzanti organici  avendo prodotto un fertilizzante di alta qualità ottenuto da un uso combinato di deiezioni avicole (pollina di ovaiole) e da una miscela di principi attivi vegetali (prodotto naturale con attività enzimatica denominato PAV coperta in Italia dal brevetto europeo EP 1314710 A1 della cooperativa AMEK di Ferrara) per la sostituzione parziale di fertilizzanti minerali. L’obiettivo del progetto FERPODE è...
DESCRIZIONE Il progetto ECO PAPER ha portato ad un concetto innovativo di utilizzo di scarti produttivi dell’industria dolciaria precedentemente trattati come rifiuti e smaltiti tramite incenerimento come parte funzionale dell’imballaggio finale dei prodotti alimentari. Il concetto di partenza è basato sull’opportunità di riutilizzare migliaia di tonnellate di scarti che altrimenti verrebbero distrutti. I gusci di nocciole sono rifiuti che non possono essere evitati quando si utilizzano...
DESCRIZIONE Il progetto NATSTOCER, ha permesso di realizzare un impianto di produzione in grado di produrre piastrelle ceramiche simili alla pietra naturale mediante un innovativo trattamento che modifica completamente la tradizionale fase di finitura superficiale (levigatura/lappatura/spazzolatura) evitando l’utilizzo di acqua e rendendo possibile tali lavorazioni anche su superfici strutturate. L’obiettivo del progetto, pertanto, è stato quello di realizzare un sistema circolare...
DESCRIZIONE I combustibili fossili nel loro complesso rappresentano più dell'85% delle fonti di energia primaria nel mondo. Questi carburanti presentano grandi problemi quali la loro disponibilità limitata, anche in termini geografici, le variazioni del loro prezzo in relazione a diverse e non prevedibili cause e, dal punto di vista ambientale, le emissioni di gas a effetto serra. D’altro canto, nei paesi mediterranei vi è una grande disponibilità di residui derivanti dalla coltivazione...
DESCRIZIONE Il progetto EAMT (Eco Alternative Mortar Thermic) nasce dalla crescente richiesta nel mercato edilizio di prodotti che siano un connubio tra sostenibilità ambientale, riciclabilità e risparmio energetico. L’esperienza EAMT ha permesso di studiare e lanciare nel mercato malte formulate con materie prime provenienti da scarti di lavorazione e ad alto contenuto tecnologico ed orientate al massimo rispetto dell'ambiente. L’obiettivo principale è stato di realizzare malte termiche...
DESCRIZIONE Il progetto ECCELSA ha avuto come finalità quella di consolidare il cosiddetto “Approccio del Cluster” basato sulla condivisione ed il rafforzamento delle relazioni e delle risorse presenti su un territorio, al fine di migliorare la conformità alla normativa ambientale delle PMI  localizzate in Emilia Romagna, Toscana, Lazio, Liguria e Lombardia. Spesso le PMI non sono consapevoli delle ripercussioni ambientali delle loro attività nonché della normativa ambientale a loro...
DESCRIZIONE Il progetto RE-PACK EDOILS ha avuto come obiettivo la produzione e l’immissione sul mercato di imballaggi (preforme e bottiglie) per oli alimentari realizzati fino al 100% in plastica riciclata, dopo averne attentamente valutato proprietà funzionali e idoneità al contatto con alimenti. L’idea è in linea con la normativa europea (Regolamento CE 282/2008), che ha previsto la possibilità di utilizzare materiali plastici riciclati post-consumo (quelli provenienti dalla raccolta...