La Piattaforma ITAtech.

La Piattaforma ITAtech. Strumento di sostegno finanziario a processi di trasferimento tecnologico

La Piattaforma ITAtech è uno strumento di sostegno finanziario a processi di trasferimento tecnologico nato da un’iniziativa congiunta di Cassa Depositi e Prestiti (CDP) e Fondo europeo per gli Investimenti (FEI). ITAtech si propone quale strumento per la creazione di un ponte tra il mondo della ricerca accademica e universitaria, e gli investitori ed il mercato.

Questo strumento di investimento intende favorire, supportare, catalizzare ed accelerare la commercializzazione della proprietà intellettuale ad elevato contenuto tecnologico e, più in generale, la traduzione dei risultati della ricerca in nuove idee d’impresa.

L’idea è che lo sviluppo di adeguati strumenti per il finanziamento dei processi di innovazione lungo tutte le fasi di nascita e sviluppo di start up costituisca un pilastro fondamentale della competitività nazionale.

La Piattaforma coniuga la conoscenza del mercato e dell’ecosistema italiano dell’innovazione di Cassa Depositi e Prestiti con l’esperienza del FEI nello sviluppo di iniziative e programmi dedicati al technology transfer in Europa.  

Gli obiettivi di ITAtech si riassumono in:

  • accelerare e favorire il trasferimento di tecnologia dai risultati della Ricerca italiana;
  • promuovere ed incentivare la costituzione di team dedicati al technology transfer con una forte expertise in selezionati settori tecnologici.

CDP e FEI hanno stanziato 100 milioni di euro ciascuna per il lancio della Piattaforma che, aperta all’ingresso di potenziali investitori, si occuperà di creare un portafoglio di fondi di investimento dedicati esclusivamente ai processi di trasferimento tecnologico. Il primo fondo a cui ITAtech ha aderito è il Vertis Venture 3 Technology Transfer, il primo fondo in Italia interamente dedicato alla realizzazione di investimenti nell’ambito del “trasferimento tecnologico”.   

Stakeholder chiave della Piattaforma sono: soggetti pubblici e privati attivi nel technology transfer, quali università, centri di ricerca, Uffici di Trasferimento Tecnologico (UTT), start up e investitori in early-stage.

I target d’investimento sono tutti i progetti ad elevato contenuto tecnologico e innovativo con focus su settori specifici in cui l’Italia eccelle e per i quali vi è un forte interesse da parte delle imprese e del mondo del business in generale. Il modello a cui tende ITAtech è quello di una piattaforma di co-investimento di risorse in asset ritenuti strategici per lo sviluppo che, a loro volta, hanno un effetto leva quadruplicando l’investimento iniziale. La piattaforma intende premiare in particolar modo i settori specifici in cui l’Italia eccelle, le idee in grado di funzionare al livello globale e le realtà universitarie che collaborano tra loro sullo stesso filone tecnologico. Nello specifico, ITAtech rappresenta la concreta attuazione di una delle iniziative previste dal Piano Industriale 2016-2020, in un’ottica di sostegno alle imprese in tutte le fasi di sviluppo e crescita e all’industria 4.0.

Attraverso più direttrici, che rappresentano le modalità di sfruttamento della tecnologia e dei meccanismi di accesso al mercato, ITAtech opera secondo gli schemi operativi che meglio si adattano al contesto specifico di mercato, in accordo con il ruolo di soggetto promotore del trasferimento tecnologico in Italia.