LIFE

LIFE

Il programma LIFE è stato durante l’ultimo ventennio il principale strumento finanziario per l’ambiente a sostegno dell’attuazione, dell’aggiornamento e dello sviluppo della normativa e della politica ambientale dell’Unione Europea. Attraverso questo programma, gestito direttamente e centralmente dalla Commissione europea, sono stati finanziati progetti innovativi e di dimostrazione finalizzati alla realizzazione di obiettivi comunitari prioritari attraverso lo sviluppo e la sperimentazione dell’efficacia di approcci, tecnologie, soluzioni, metodi e strumenti innovativi, ed è stato fornito un efficace sostegno al miglioramento della governance ambientale soprattutto a livello locale e regionale. 
LIFE+, nel periodo di programmazione 2007/2013, ha contribuito all’attuazione delle priorità e degli obiettivi del Sesto Programma comunitario di azione in materia di ambiente riferiti alle principali tematiche ambientali: cambiamenti climatici, acqua, ambiente urbano, ambiente e salute, rifiuti, suolo, rumore, sostanze chimiche, foreste e approcci strategici. L’attenzione del programma LIFE e LIFE+ si è rivolta in questi anni anche sull’applicazione di tecniche e metodi basati sulle migliori pratiche per migliorare lo stato di conservazione delle specie ed habitat contemplati nelle Direttive Habitat (92/43/CE) ed Uccelli (2009/147/CE) contribuendo allo sviluppo e all’attuazione della politica e della legislazione in materia di natura e biodiversità, nonché sostenendo lo sviluppo, l’attuazione e la gestione della rete Natura 2000. Non è un caso che il programma, contemplando tutte le principali tematiche ambientali, abbia avuto come terzo obiettivo quello di promuovere l’informazione e la comunicazione dei soggetti interessati dal problema ambientale attraverso il cofinanziamento di campagne di informazione e di sensibilizzazione con lo scopo di fornire un orientamento ai destinatari interessati sulle possibilità di adottare misure concrete per affrontare uno specifico problema ambientale. 

A dicembre 2013 è stato pubblicato il Regolamento UE n°1293/2013 che istituisce il nuovo Programma per l'ambiente e l'azione per il clima (LIFE) per il nuovo periodo di programmazione che va dal 1° gennaio 2014 al 31 dicembre 2020

 

 

 

 

  DESCRIZIONE Il Pacchetto per il clima e l’energia 2020, varato dall’Unione europea (UE), individua importanti target di efficienza energetica e riduzione delle emissioni di gas climalteranti, perseguiti nell’ottica della sostenibilità energetica e ambientale sia a livello globale che locale. In tale contesto, il progetto Factor20 ha avuto come finalità generale la definizione di un set di strumenti di supporto alla pianificazione delle politiche regionali e nazionali per la...
  DESCRIZIONE Gli Enti Locali svolgono un compito importante per il raggiungimento degli obiettivi fissati dalla Strategia “Europa 20-20-20” per l’utilizzo delle fonti energetiche rinnovabili; hanno, infatti, il doppio ruolo di essere consumatori di energia e responsabili della governance degli strumenti di programmazione, pianificazione e regolamentazione a livello territoriale della strategia di risparmio e di efficienza energetica. Il progetto MUSAE si basa sulla Direttiva 2009...
  DESCRIZIONE Nell’Unione Europea nel 2011 sono stati prodotti circa 252 milioni di tonnellate di rifiuti urbani, ovvero 502 kg per ogni abitante, un dato molto elevato ma fortunatamente in diminuzione, mentre la quantità di rifiuti da imballaggio è aumentata sia in Europa che in Italia. Il progetto NO.WASTE, realizzato dal Comune di Reggio Emilia in partnership con il Comune di Trento, Ambiente Italia, Coop Consumatori del Nordest e l’associazione Reggio nel Mondo, ha avuto lo...
  DESCRIZIONE Oggi giorno si stima che in Europa solo il 33% dei dispositivi elettrici ed elettronici viene separato dai rifiuti solidi urbani e conferiti correttamente, mentre la parte rimanente non viene differenziata portando così alla dispersione di rifiuti pericolosi sia per la salute delle persone che per l’ambiente. Il volume dei RAEE aumenta tre volte più velocemente dei rifiuti solidi urbani, a causa del crescente acquisto ed uso di apparecchiature elettroniche (AEE),...
  DESCRIZIONE L’Emilia Romagna ha approvato nel 2005 il proprio Piano di Tutela delle Acque (PTA) nel quale la Regione ha valutato il riutilizzo delle acque reflue recuperate come una misura prioritaria per la tutela quantitativa delle acque dolci interne. Il Piano comprende un elenco di impianti su cui avviare, prioritariamente, il riutilizzo delle acque reflue depurate e all’Art.71 indica la possibilità di definire Accordi di Programma per prevedere agevolazioni e incentivazioni al...
  DESCRIZIONE L’inquinamento atmosferico costituisce uno dei maggiori problemi per molte città italiane ed europee come sottolineato nella Strategia Tematica sull’inquinamento atmosferico dell’Unione europea e la direttiva 2008/50/EC relativa alla “qualità dell’aria ambiente e per un’aria più pulita in Europa”. Nonostante l’applicazione della normativa vigente sul controllo delle emissioni, si continuano a registrare alti tassi di sostanze inquinanti che minacciano sia la salute...
DESCRIZIONE La concimazione azotata delle colture può avere conseguenze ambientali notevoli in termini di inquinamento delle falde acquifere e dell’aria a causa del rilascio nell’ambiente di sostanze azotate che non vengono utilizzate dalle piante. Tra i fertilizzanti azotati il più noto e maggiormente in uso è l’urea, data la sua caratterista di apportare una maggiore quantità di azoto (N) al minor costo. In tale contesto, il progetto UNIZEO ha avuto l’obiettivo di realizzare e...
DESCRIZIONE Il riutilizzo di rifiuti e di beni e la preparazione per il riutilizzo di rifiuti solidi urbani sono temi centrali delle politiche europee in materia di rifiuti. Il progetto PRISCA, in linea con queste disposizioni ha sperimentato un modello di Centro di Riuso in grado di diminuire significativamente il quantitativo di beni riusabili smaltiti in discarica. Realizzare e gestire in modo ottimale un Centro di Riuso significa dare forma concreta alla prevenzione dei rifiuti, ossia...
  DESCRIZIONE Abbandonate – accidentalmente o intenzionalmente – e trasportate dalle correnti nell’ambiente marino senza subire sostanziale biodegradazione, le cosiddette “reti fantasma” possono continuare a pescare senza alcun controllo anche per periodi prolungati intrappolando non solo pesci, ma anche molte specie di animali marini protetti, come le tartarughe. Gli uccelli marini che si tuffano per predare le carcasse dei pesci impigliati possono rimanere a loro volta avviluppati...
  DESCRIZIONE In Italia il potenziale di offerta turistica è molto elevato, ciò in virtù delle peculiarità ambientali, naturalistiche, paesaggistiche e culturali che caratterizzano il Paese. La crescita del settore turistico comporta però una forte pressione sull’ambiente, sulle risorse e sul sistema dei trasporti. E’ necessario, pertanto, che gli attori coinvolti nello sviluppo turistico di un’area si adoperino per una corretta gestione delle risorse naturali e un uso sostenibile...

Tema Natura e biodiversità

  • ANTIDOTO - Una nuova strategia contro l’avvelenamento dei grandi carnivori e dei rapaci necrofagi
  • ARCTOS - Conservazione dell’orso bruno: azioni coordinate per l’areale alpino e appenninico
  • ARUPA - Azioni urgenti di salvaguardia degli anfibi e rettili della Gravina di Matera
  • CENT.OLI.MED. - Identificazione e conservazione dell’alto valore naturale degli oliveti secolari nella regione mediterranea
  • CRAINat - Conservazione e recupero delle popolazioni di Austropotamobius nei siti della Rete Natura 2000
  • DEMETRA - Sviluppo di una metodologia per l’analisi dell’impatto ambientale degli OGM
  • DINAMO - Incremento della biodiversità a rischio di estinzione nelle aree agricole e seminaturali: un modello di gestione a finalità dimostrativa
  • ECORICE - Le risaie del Vercellese: programma integrato per la riqualificazione ambientale e la gestione sostenibile dell’agroecosistema risicolo
  • EX-TRA - Miglioramento delle condizioni per la conservazione dei grandi carnivori – Trasferimento delle migliori pratiche
  • GESTIRE - Sviluppo di una strategia per gestire la Rete Natura 2000 in Lombardia
  • LIFE MONTI DELLA TOLFA - Interventi urgenti di conservazione della natura nella ZPS e nei SIC dell’area Tolfetano-Cerite-Manziate
  • LIFE STRADE - Dimostrazione di un sistema per la gestione e prevenzione delle collisioni veicolari con la fauna selvatica
  • LIFE-GHOST- Tecniche per ridurre gli impatti delle reti fantasma e aumentare la biodiversità nelle aree costiere del Nord Adriatico
  • MAN-GMP-ITA - Valutazione e gestione del rischio per piante geneticamente modificate in aree protette e/o sensibili d’Italia
  • P.A.R.C. - Lampreda di mare e ripristino della continuità fluviale
  • PROVIDUNE - Conservazione e ripristino di habitat dunali nei siti delle Province di Cagliari, Matera, Caserta
  • Re.S.C.We. - Ripristino degli ambienti umidi della fascia costiera della Sentina
  • RESILFOR - Ricostituzione di boschi a dominanza di faggio con Abies alba nell’Appennino tosco-marchigiano
  • RICOPRI - Ripristino e Conservazione delle Praterie aride dell’Italia centro-meridionale
  • SAVE THE FLYERS - Misure per la conservazione della chirotterofauna e dell’avifauna nell’Italia centrale
  • SCI d’acqua - Miglioramento dello stato di conservazione delle Specie di Interesse Comunitario nell'area alto-appenninica e nella piana intorno a Prato
  • SOR.BA - Riqualificazione delle sorgenti del fiume Bacchiglione e degli Habitat della ZPS IT 3220013 e del SIC IT 3220040
  • > Vai al tema

    Tema Clima

  • ACT - Adattarsi ai cambiamenti climatici in tempo
  • BLUE AP - Piano locale di adattamento ai cambiamenti climatici per la città di Bologna
  • CARBOMARK - Miglioramento delle politiche verso i mercati locali e volontari del carbonio per la mitigazione del cambiamento climatico
  • Climate changE-R- Riduzione delle emissioni ad effetto serra prodotte dai sistemi agricoli dell’Emilia Romagna
  • ECORUTOUR- Turismo rurale eco-compatibile in aree protette per uno sviluppo sostenibile a zero emissione di gas ad effetto serra
  • FACTOR20 - Promozione di azioni dimostrative su scala regionale e locale per raggiungere gli obiettivi dell’Unione Europea del Piano d’azione europeo per il clima “20-20 entro il 2020”
  • Gaia - Accordo per la forestazione urbana
  • LACRe - Alleanza locale per la responsabilità climatica
  • LAKS - Accountability locale per il conseguimento degli obiettivi di Kyoto
  • MHY BUS - Miscela di metano e idrogeno per autobus per il trasporto pubblico cittadino: applicazione tecnica dimostrativa e strategie politiche
  • OPERA - Una metodologia di modellistica integrata per progettare politiche efficienti di risanamento della qualità dell’aria a scala locale e regionale armonizzate con le azioni nazionali ed Europee
  • SUSTGREENHOUSE - La serra sostenibile: azione dimostrativa per una serricoltura intensiva a zero emissioni
  • TRUST - Strumento per la valutazione a scala regionale di migliori tecniche di stoccaggio delle acque sotterranee in adattamento ai cambiamenti climatici
  • > Vai al tema