Progetto

FACTOR20 - Promozione di azioni dimostrative su scala regionale e locale per raggiungere gli obiettivi dell’Unione Europea del Piano d’azione europeo per il clima “20-20 entro il 2020”

FACTOR20 - Promozione di azioni dimostrative su scala regionale e locale per raggiungere gli obiettivi dell’Unione Europea del Piano d’azione europeo per il clima “20-20 entro il 2020”

Logo Factor20

FACTOR20 - Promozione di azioni dimostrative su scala regionale e locale per raggiungere gli obiettivi dell’Unione Europea del Piano d’azione europeo per il clima “20-20 entro il 2020”

 

DESCRIZIONE

Il Pacchetto per il clima e l’energia 2020, varato dall’Unione europea (UE), individua importanti target di efficienza energetica e riduzione delle emissioni di gas climalteranti, perseguiti nell’ottica della sostenibilità energetica e ambientale sia a livello globale che locale. In tale contesto, il progetto Factor20 ha avuto come finalità generale la definizione di un set di strumenti di supporto alla pianificazione delle politiche regionali e nazionali per la riduzione dei gas ad effetto serra e dei consumi energetici, nonché la promozione dell’utilizzo delle fonti di energia rinnovabili. Il progetto ha promosso azioni concrete a livello locale, coinvolgendo gli enti territoriali di tre regioni Lombardia, Basilicata, Sicilia (le cosiddette Regioni F20), nello specifico gli Enti locali che hanno aderito al progetto sono stati: in Basilicata la Provincia di Potenza e la Provincia di Matera; in Lombardia la Provincia di Bergamo e il Comune di Lodi; in Sicilia la Provincia di Palermo, il Comune di Castelbuono e il Comune di Comiso. Ha, inoltre, aderito in qualità di osservatore il Comune di Benevento.

In sintesi i principali obiettivi del progetto sono stati:

  • armonizzare i bilanci energetici delle Regioni F20 attraverso la definizione di una metodologia unica per l’analisi dei dati energetici regionali e degli impatti ambientali in termini di emissioni di gas serra;
  • definire una lista di azioni prioritarie da implementare nei territori degli Enti locali coinvolti per il raggiungimento degli obiettivi regionali di sostenibilità;
  • applicare un approccio di burden sharing nella definizione delle quote di riduzione delle emissioni di gas serra per i settori non soggetti ad Emission Trading e per gli altri obiettivi del Pacchetto “20-20-20”, ovvero fonti rinnovabili e risparmio energetico, adottando un approccio integrato che accomuni i diversi livelli di pianificazione (regionale/locale);
  • selezionare nelle Regioni F20 ambiti territoriali locali (Comuni, Province, Comunità Montane) da supportare nella preparazione dei Piani di Azione Locale;
  • promuovere l’utilizzo dello strumento SIRENA20 nella pianificazione, valutazione e contabilizzazione delle politiche energetiche regionali e locali;
  • diffondere tra gli stakeholder locali e regionali l’importanza del fattore CO2e di altri indicatori strategici e prioritari nella definizione di politiche e azioni per la sostenibilità energetica.

 

LE FASI DEL PROGETTO

FACTOR20 è stato strutturato in quattro macro ambiti d'azione

Azioni preparatorie

  • Dati e Baseline
  • Obiettivi
  • Strumenti e Metodi

Azioni di implementazione e dimostrazione

  • Il Modello Factor20 per la Pianificazione Energetica e Ambientale a scala regionale
  • Implementazione di SIRENA Factor20
  • Implementazione di Piani d'Azione Locali Factor20

Comunicazione e disseminazione

  • Piano di Disseminazione e Comunicazione

Project management

  • Organizzazione generale
  • Monitoraggio
  • Formazione interna

 

RISULTATI RAGGIUNTI

Il progetto Factor20 ha sostenuto diversi Enti locali nel valutare azioni per la riduzione dei consumi di energia, nell’incoraggiare l’utilizzo di fonti rinnovabili e nella diffusione di tecnologie efficaci per favorire a livello locale uno sviluppo sostenibile. Molti di questi Enti hanno intrapreso il percorso indicato dal Patto dei Sindaci, avviando una pianificazione locale volta a conseguire una riduzione del 20% delle emissioni di CO2. Le attività svolte negli Enti locali che hanno aderito al progetto hanno portato allo sviluppo di strumenti e di casi studio che costituiscono un importante supporto per i Comuni che intendono contribuire agli obiettivi regionali per la sostenibilità energetica.

Le principali attività svolte nel percorso con gli Enti locali sono state: costruzione della baseline (utilizzando SIRENA20), individuazione di azioni coerenti con la Pianificazione regionale (da includere nei Piani Locali per l’Energia Sostenibile - PAES); studio delle azioni ritenute prioritarie in termini di impatti positivi (energetici e ambientali) e potenziale di replicabilità sul territorio, nonché coinvolgimento, informazione e formazione degli stakeholder.

In sintesi, i risultati raggiunti dal progetto e i documenti prodotti sono di seguito riportati:

Inoltre, come risultato delle attività congiunte in Factor20 (azioni sugli edifici pubblici e piccole reti di teleriscaldamento ad alto potenziale energetico, con sfruttamento prioritario delle fonti rinnovabili, in particolare biomassa) e nell'ambito dell’iniziativa del Patto dei Sindaci, la Provincia di Bergamo ha avviato il Progetto FABER (finanziato con il Programma ELENA - European Local Energy Assistance) per migliorare l'efficienza energetica, in circa 120 comuni e 400 edifici, e attuare le misure della Strategia regionale dell’innovazione nei prossimi 3-5 anni. Mentre, la Regione Siciliana ha stabilito una dotazione finanziaria specifica per supportare i comuni nella definizione dei PAES (Piani d'azione per l'energia sostenibile), tenendo conto delle buone prassi sperimentate con Factor20 e i dati ottenuti dal Sistema Sirena20.

Nel lungo termine, i risultati del progetto potranno contribuire all’attuazione delle direttive europee in materia di energie rinnovabili (2009/28/CE), rendimento energetico nell'edilizia (2010/31/UE) ed efficienza energetica (2012/27/UE).

Un risultato aggiuntivo è dato dal decreto emanato nel marzo 2012 dal Ministero dello Sviluppo Economico (di concerto con il Ministero dell'Ambiente) che delinea gli obiettivi regionali in materia di fonti rinnovabili e definisce la modalità di gestione del mancato raggiungimento degli obiettivi da parte di regioni/provincie autonome (c.d. Burden Sharing). Per monitorare il raggiungimento dei risultati è stato valutato di utilizzare l’esperienza di Factor20. Le Regioni F20, successivamente, hanno collaborato con altre amministrazioni al fine di affinare le metodologie per quantificare e monitorare l'evoluzione delle tecnologie delle energie rinnovabili (solare termico e fotovoltaico, biomasse, biogas, geotermia, ecc.) a livello regionale. Inoltre, le regioni F20 sono state coinvolte nell'Osservatorio di monitoraggio previsto dal Decreto ministeriale. La Regione Siciliana, nello specifico, ha istituito un comitato di lavoro sulla ripartizione degli oneri al fine di monitorare, verificare e implementare procedure condivise per il raggiungimento degli obiettivi di produzione di energia rinnovabile.

Tema 
Beneficiario coordinatore 
Regione Lombardia
Contatti 
Valentina Sachero
Budget 
2.273.269
Contributo EU 
1.086.635
Anno Call 
2008
Anno di inizio 
2010
Anno di chiusura 
2013