Pubblicato il nuovo Piano d’azione per tutelare la biodiversità e favorire i servizi ecosistemici

18 Maggio - La Commissione europea, a valle della “Fitness Check” della direttiva Habitat (92/43/CEE) e della direttiva Uccelli (2009/147/CE) ha adottato il Piano d’azione, che verrà presentato a Bruxelles il 6 Giugno per migliorare la loro attuazione ed aumentare il loro contributo al raggiungimento degli obiettivi di biodiversità dell'UE per il 2020. Scopo del Piano d’azione è quello di velocizzare l’implementazione delle direttive, aumentare la loro coerenza con gli obiettivi socio-economici dell’Unione e potenziare il dialogo con i vari stakeholder. In questo modo, la Commissione conta di accelerare il progresso verso l’obiettivo della strategia Europa 2020 di invertire la perdita di biodiversità e il degrado dei servizi ecosistemici.

Il piano d'azione, che verrà presentato a Bruxelles il prossimo 6 giugno, prevede 15 azioni concrete, la  maggior parte delle quali  sarà lanciata nel 2017 in modo tale che la Commissione possa riferire sulla loro realizzazione prima della fine dell'attuale mandato nel 2019. Tali azioni  si concentrano su quattro settori prioritari.

  • Migliorare gli orientamenti e le conoscenze e assicurare una maggiore coerenza rispetto ai più ampi obiettivi socioeconomici ;  
  • Favorire la titolarità politica e rafforzare la conformità;
  • Rafforzare gli investimenti nella rete Natura 2000 e migliorare le sinergie con gli strumenti di finanziamento dell'UE ;
  • Migliorare la comunicazione e la sensibilizzazione, e il coinvolgimento di cittadini, portatori d'interesse e comunità.

 Clicca di seguito per scaricare il Piano d'azione per la natura, i cittadini e l'economia .  

Qui il programma della conferenza del 6 giugno a Bruxelles