Online la brochure del Comitato europeo delle regioni con 11 buone pratiche per il clima

27 Luglio - Contrastare gli effetti dei cambiamenti climatici è una sfida che diverse città e regioni europee stanno affrontando mettendo in campo buone pratiche per salvaguardare i territori, i cittadini e le risorse attraverso l’adozione di misure di adattamento, coerentemente con gli impegni assunti dagli Stati membri dell’UE con l’Accordo di Parigi.

Esempi di buone pratiche sono state raccolte dal Comitato europeo delle regioni (CdR) nella brochure “Città e Regioni per il clima: una vetrina di iniziative locali e regionali sostenibili”. Undici le buone pratiche europee indicate e che i membri del CdR stanno già implementando nelle loro città e regioni relativamente ai temi dell’efficienza energetica, dello sviluppo di fonti energetiche rinnovabili e a basse emissioni, della mobilità sostenibile.

Tra le buone pratiche segnalate è presente anche il progetto italiano MASTER ADAPT (LIFE15 CCA/IT/000061), cofinanziato nell’ambito del Programma LIFE e coordinato dalla Regione Autonoma della Sardegna. La finalità del progetto è quella di sviluppare una metodologia operativa e integrata affinché le Regioni, le città metropolitane e i consorzi di città possano inserire nei propri piani e programmi l’adattamento ai cambiamenti climatici come un elemento chiave per il proprio territorio. Avviare politiche di adattamento a livello locale è necessario per contrastare gli impatti dei cambiamenti climatici e sfruttarne al contempo eventuali opportunità. MASTER ADAPT intende di rispondere a queste esigenze con l’individuazione, la verifica e la diffusione di strumenti di governance multilivello per sostenere gli enti regionali e locali nel processo di integrazione dell’adattamento nella politica settoriale.