Nasce l’Alleanza delle Imprese italiane per l’acqua e il cambiamento climatico

08 Novembre - Nel corso del Summit internazionale “Acqua e clima, i grandi fiumi del mondo a confronto” è stata presentata l’Alleanza delle Imprese italiane per l’acqua e il cambiamento climatico, un’iniziativa promossa dal Ministero dell’Ambiente alla quale hanno aderito 37 imprese e associazioni di categoria italiane che utilizzano l’acqua nei propri processi produttivi. L’Alleanza si pone l’obiettivo di analizzare e condividere i rischi legati all’acqua al fine di mettere in campo strategie comuni  per una gestione sostenibile delle risorse idriche, nella logica dell’economia circolare, e rispondere alla sfida climatica sulla base dei seguenti principi e obiettivi:

  • inserire i cambiamenti climatici nelle strategie e governance aziendali;
  • assumere impegni aziendali in grado di ridurre gli effetti degli impatti e aumentare la resilienza;
  • cooperare su larga scala (multi-stakeholder) a iniziative per la riduzione degli impatti;
  • sostenere attivamente l'attuazione delle politiche pubbliche per la lotta al cambiamento climatico e lo sviluppo di economie a utilizzo della risorsa acqua;
  • rendere sostenibile l’utilizzo dell’acqua per i diversi usi,  favorendo (ove possibile) il riciclo e il riutilizzo;
  • comunicare e rendere accessibili le informazioni sulle proprie migliori pratiche per la condivisione finalizzata ad uno sviluppo sostenibile e inclusivo.

Ciascuna impresa compirà degli sforzi per valutare e misurare i rischi legati all’acqua nell’ambito delle proprie attività e per favorire la conoscenza sul tema. A tal fine saranno adottati adeguati metodi e strumenti di valutazione degli impatti delle attività produttive sull’acqua e intraprese specifiche azioni, ad esempio: identificazione delle possibilità di riduzione degli impatti potenziali sull’acqua dei processi produttivi e dei prodotti delle imprese; messa in opera di un utilizzo efficace delle risorse idriche e ottimizzazione della gestione dell’acqua nel processo di produzione dei prodotti e nella resa dei servizi; promozione del riutilizzo delle acque reflue depurate; realizzazione di specifiche campagne di sensibilizzazione per favorire la crescita della consapevolezza dei lavoratori, del pubblico e delle giovani generazioni sul valore dell’acqua e sull’importanza di un suo uso sostenibile.

A breve sarà organizzata una campagna di lancio dell’Alleanza, realizzato un sito web dedicato e promossi eventi periodici a tema.

Le imprese e le associazioni di categoria che hanno aderito sono: Anbi (Associazione nazionale consorzi gestione e tutela del territorio e acque irrigue), Acea, Anef (Associazione nazionale esercenti funiviari), Assocarta, Barilla, Bonifica S.p.A., Burgo Group, Carlsberg Italia, Castalia, Cia (Confederazione italiana agricoltori), Coldiretti, Cna (Confederazione nazionale dell'artigianato e della piccola e media impresa), Confagricoltura, Confcooperative, Confcommercio, Confartigianato Imprese, Coni, Conserve Italia, Alleanza delle Cooperative italiane, Donthefuller, Enel, Eni, Federazione Carta e Grafica, Federidroelettrica, Fedrigoni, Ferrero, Grimaldi Group, Gruppo Cap, Lavazza, Leonardo, Novamont, Rummo, Sammontana, Terna, Unilever, Unione Italiana Food, Utilitalia.