L’Osservatorio nazionale CittàClima: strumenti ed esempi virtuosi per costruire città resilienti

02 Agosto - Le città, a causa degli effetti dei cambiamenti climatici, necessitano di nuove forme di pianificazione e gestione per rendere l’ambiente urbano più resiliente e sicuro. CittàClima, l’osservatorio di Legambiente sugli impatti dei cambiamenti climatici nelle città italiane, attraverso il sito cittaclima.it, oltre a raccoglie ed elaborare informazioni sugli impatti degli eventi climatici sulle aree urbane, le infrastrutture, i beni storici, presenta esempi di buone pratiche adottate in altre città, che dimostrano come sia possibile realizzare progetti capaci di rispondere alle sfide poste dai cambiamenti climatici nell’ottica di migliorare anche la qualità della vita nelle città. Le buone pratiche di adattamento climatico illustrate vanno dal nord Europa fino all’area mediterranea e riguardano piani di adattamento ai cambiamenti climatici e progetti sperimentali: creazione di eco-quartieri sostenibili, ripristino delle rive dei fiumi, riqualificazione delle piazze, sia per ovviare al fenomeno dell’“isola di calore” (attraverso soluzioni per il verde urbano, la permeabilità dei suoli) che per favorire il flusso dell’acqua in caso di alluvioni.

E’, inoltre, disponibile una mappa del rischio climatico che aiuta a capire quanto sta accadendo sul territorio italiano, dove e come i fenomeni si ripetono con maggiore frequenza, e poter così analizzare gli impatti provocati, andando anche a verificare le differenze rispetto al passato, in modo da evidenziare (dove possibile) il nesso tra l’accelerazione dei fenomeni climatici e le problematiche legate a fattori insediativi o infrastrutturali.

Per inviare segnalazioni e contribuire all’aggiornamento della mappa è attiva sul sito una sezione Call to action.