Indice europeo della Qualità dell’Aria. Nasce una Mappa interattiva per il monitoraggio della qualità dell’aria

24 Novembre - L’Agenzia Europea dell’Ambiente (AEA) e la Commissione Europea hanno presentato al Forum Europeo sulla Qualità dell’Aria  una nuova piattaforma che, tramite una mappa interattiva, consente ai cittadini di monitorare la qualità dell’aria in tempo reale nelle città dell’Ue. 

Il nuovo Indice Europeo della Qualità dell’Aria è integrato da nuove schede informative nazionali che forniscono dati aggiornati sulla qualità dell’aria per  ciascun paese. Gli utenti possono cercare o ingrandire qualsiasi città o regione in Europa per verificare la qualità dell’aria e le misurazioni per ognuno degli inquinanti più pericolosi: particolato fine (Pm10 e Pm2,5), l’ozono troposferico (O3), il diossido di azoto (NO2) e il diossido di zolfo (SO2). L’indice si basa sulle rilevazioni delle stazioni di monitoraggio, contrassegnate da punti colorati sulla mappa. 

Per quel che concerne i dati in Italia, nei giorni scorsi è stato lanciato “MonIQA”: un sistema interattivo che permette di consultare on line i dati aggiornati quotidianamente sulla qualità dell’aria nelle città di tutto il Paese. Realizzato dal Dipartimento di ingegneria dell’informazione dell’Università di Pisa e dal Laboratorio Nazionale Smart Cities, il sistema cattura i dati emessi separatamente dalle Agenzie Regionali per la Protezione dell’Ambiente (Arpa) e li unisce nella mappa. In un'unica mappa intuitiva, sono assegnati cinque colori a cinque gradazioni diverse di qualità dell'aria a seconda della concentrazione delle sostanze come particolato atmosferico, biossido di azoto, monossido di azoto, ozono, monossido di carbonio, biossido di zolfo e benzene. Cliccando sulla città viene fuori una finestra in cui sono indicati i risultati della misurazione delle sostanze inquinanti con il relativo limite di riferimento, l'indice percentuale e il giudizio globale.