Incendi boschivi e cambiamenti climatici: i nessi, i rischi e le strategie di adattamento illustrati in un report della Commissione europea

08 Febbraio - Le foreste coprono oltre un terzo della superficie totale dell'Europa. Negli ultimi anni, grandi incendi boschivi hanno colpito ripetutamente il nostro continente, in particolare i Paesi dell’area del Mediterraneo. Il pericolo di incendio è influenzato dal tempo nel breve termine e dal clima se si considerano intervalli temporali più lunghi. Di recente, su questo tema, il Centro Comune di Ricerca (JRC) della Commissione europea ha pubblicato il Rapporto sul pericolo degli incendi boschivi in Europa per effetto dei cambiamenti climatici, realizzato nell’ambito del progetto JRC PESETA III (Projection of Economic impacts of climate change in Sectors of the European Union based on bottom-up Analysis). Per stimare il pericolo di incendio è stato utilizzato il sistema canadese Fire Weather Index (FWI), che fornisce una valutazione del potenziale di incendio, combinando le informazioni provenienti dalla temperatura locale giornaliera, dalla velocità del vento, dall'umidità e dai valori di precipitazione. Nella pubblicazione sono fornite informazioni sul collegamento tra incendi boschi e cambiamenti climatici, sui rischi e sulle possibili strategie di adattamento. Per maggiori informazioni clicca qui