Il Ministero dell’Ambiente fissa i nuovi Criteri Ambientali Minimi (CAM) per la progettazione e i lavori per gli edifici pubblici.

29 Novembre - Il Ministero dell’Ambiente ha pubblicato il DM 11 ottobre 2017 che fissa i criteri ambientali minimi (CAM) da seguire nell’affidamento di servizi di progettazione e lavori per la nuova costruzione, la ristrutturazione e la manutenzione degli edifici pubblici. Il Decreto risponde alle modifiche apportate dal Codice appalti (D.Lgs. n. 50/2016) dal D.Lgs. n. 56/2017 e modifica il precedente DM 11 gennaio 2017, come già evidenziato in questa sede, che definiva i criteri ambientali minimi per gli arredi interni, l’edilizia e i prodotti tessili, stabilendo i criteri da tenere presenti in fase di progettazione. Il nuovo Decreto del Ministero prevede per le categorie d’appalto riferite agli interventi di ristrutturazione, inclusi quelli che comportano demolizione e ricostruzione, una più flessibile applicazione dell’obbligo dei CAM in relazione alla tipologia e alla localizzazione dell’intervento da realizzare. Per maggiori informazioni clicca qui