Cinque le regioni in fase di transizione industriale che beneficeranno della nuova azione pilota finanziata dall'UE

Data evento 
Giovedì, 21 Dicembre, 2017 - 14:15

21 Dicembre - Le regioni di Hauts-de-France (FR), Norra Mellansverige (SE), Piemonte (IT), Sassonia (DE) e Vallonia (BE) sono le cinque regioni selezionate in seguito a un invito a manifestare interesse pubblicato dalla Commissione Europea nel settembre 2017. Le 5 regioni potranno beneficiare di un'assistenza mirata da parte di esperti, riuniti in gruppi "regionali", provenienti da diversi servizi della Commissione e dall'Osservatorio europeo per i cluster e le trasformazioni industriali, che aiuteranno le regioni a definire strategie di trasformazione economica, individuare le opportunità di cooperazione interregionale e partecipare allo scambio di buone pratiche.

L’azione pilota, promossa dalla Commissione Europea, aiuterà le regioni a realizzare una trasformazione economica basata sulle loro rispettive risorse di "specializzazione intelligente". L’obiettivo è puntare sull'innovazione, sulla decarbonizzazione e sulla digitalizzazione e sviluppare le competenze necessarie per il futuro.

L'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economici (OCSE) coadiuverà la Commissione e organizzerà una serie di seminari destinati alle regioni, mentre la Commissione assumerà esperti esterni, ad esempio consulenti aziendali o specialisti della gestione della transizione energetica e dei cambiamenti climatici.

La Commissione stanzia 200.000 EUR per ogni regione per coprire i costi delle consulenze esterne. Ogni regione disporrà di un massimo di 300.000 EUR del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) a sostegno di una rapida attuazione delle strategie di trasformazione economica regionale.

Visto il numero di domande presentate, la Commissione intende rinnovare l'invito a manifestare interesse con un dotazione di bilancio fino a 2,5 milioni di EUR del FESR per la selezione di altre cinque regioni. Le regioni hanno tempo fino al 19 gennaio 2018 per presentare domanda.

Questa azione pilota contribuirà alla riflessione sul sostegno della politica di coesione alla modernizzazione economica e alla specializzazione intelligente dopo il 2020. L'annuncio si inserisce nel Piano d'azione per il pianeta della Commissione, annunciato in occasione del vertice "One Planet" a Parigi. Il piano prevede dieci iniziative di trasformazione per un'economia moderna e una società equa, che si riflettono tutte nelle dieci priorità strategiche della Commissione Juncker.