Clima

Clima

Come riportato dall'IPCC (Intergovernmental Panel on Climate Change, Comitato Intergoverativo sul Cambiamento Climatico), si può definire il concetto di "clima" in senso stretto come la descrizione, in termini di media e variabilità, di grandezze fisiche rilevanti (come la temperatura, le precipitazioni e l'intensità dei venti), relativamente ad una determinata area di interesse ed in un determinato periodo di tempo. Il clima può variare a causa di fattori naturali o di origine antropica. Il verificarsi di eventi climatici anomali ed estremi, nel corso degli ultimi decenni  ha portato la comunità scientifica a riconoscere il fenomento del cambiamento climatico ed, in particolare, quello del surriscaldamento globale, le cui principali cause antropiche sono individuate nell'utilizzo dei combustibili fossili, nella deforestazione, nelle pratiche agricole non sostenibili e negli allevamenti intensivi. Tali attività portano infatti ad un aumento dei gas ad effetto serra presenti in atmosfera, che a loro volta causano l'aumento delle temperature globali ed il verificarsi di fenomenti correlati quali lo scioglimento dei ghiacci, l'innalzamento dei livelli dei mari e fenomeni meteorologici estremi. Come indicato nell'Accordo sul clima di Parigi, siglato nel dicembre 2015, è necessario attuare misure tempestive ed efficaci al fine di contenere i rischi e gli impatti determinati dai cambiamenti climatici. A tal fine la diffusione di buone pratiche già sviluppate in questo settore potrebbe avere un ruolo importante nel contribuire al raggiungimento degli ambiziosi obiettivi prefissati. 


Per maggiori approfondimenti sul tema Clima clicca qui.

  DESCRIZIONE Il Ceduo,  forma di governo del bosco basato sulla capacità delle specie di alberi a foglia larga di generare dei nuovi fusti al momento della recisione del fusto della pianta “madre” dalla ceppaia (riproduzione agamica), rappresenta oltre il 10% delle aree forestali Europa. In particolare, nell'area mediterranea le foreste cedue coprono circa 23 milioni di ettari. Una rinnovata attenzione è stata recentemente prestata alla "questione del ceduo" a livello...
  DESCRIZIONE LIMITS è stato un progetto di ricerca di 3 anni, a cui hanno partecipato 10 partner provenienti da Europa, Cina, India e al quale hanno collaborato centri di ricerca provenienti da Stati Uniti e Giappone. L’obiettivo del progetto LIMITS è stato quello di identificare strategie di mitigazione a livello globale, concentrandosi sulle azioni necessarie da parte delle economie principali per raggiungere l’obiettivo di limitare l’aumento della temperatura superficiale...
  DESCRIZIONE La Regione Sicilia è caratterizzata da un’ampia superficie forestale, parte integrante di un paesaggio agro forestale dove si alternano formazioni boscate spesso articolate spazialmente a pascoli, macchie e coltivi. Si rileva che, rispetto alla superficie forestale totale individuata di 512 mila ettari, solo 274 mila sono caratterizzati da veri e propri boschi; la restante superficie è costituita da macchie, arbusteti e superficie in evoluzione a bosco, dove il processo...
  DESCRIZIONE Il settore forestale europeo è caratterizzato da una grande diversità in termini di tipologie di foreste, di estensione delle coperture, di assetti proprietari e di condizioni socio-economiche. Secondo “The State of Europe’s Forests” (FOREST EUROPE, 2015), le foreste europee hanno un’estensione di 215 milioni di ettari, ovvero circa il 33% della superficie totale europea. Le foreste giocano un ruolo cruciale da diversi punti di vista, non solo in termini di...
  DESCRIZIONE L’attività di rimboschimento in Italia è iniziata nel 1880 nelle regioni ex austriache con utilizzo del pino nero come specie principale per via delle sue caratteristiche ecologiche. Intorno ai primi del ‘900, i rimboschimenti di pino nero furono diffusi in quasi tutte le regioni italiane ed oggi le pinete artificiali costituite da tale specie occupano circa il 3% della superficie forestale nazionale. Lo scopo dei rimboschimenti fu quello di arginare i danni del...
  DESCRIZIONE I territori delle Regioni Emilia Romagna, Marche ed Abruzzo hanno registrato, nel corso degli ultimi 20-30 anni, i segni dei cambiamenti climatici in corso sia in termini di aumento delle temperature che di aumento dei fenomeni piovosi intensi. Gli scenari climatici futuri per l’area del Mediterraneo concordano nel prevedere un aumento medio della temperatura superficiale ed una riduzione delle precipitazioni annue (10 – 20%) rispetto al periodo 1986 – 2005: le...
  DESCRIZIONE Il rischio di inondazioni di medi e grandi bacini e di piccoli corsi d'acqua è un problema rilevante in diverse aree urbane italiane. Difatti, i processi di urbanizzazione hanno generato, nel corso del tempo, la diminuzione della permeabilità dei suoli e la riduzione superficiale dei letti di fiumi e torrenti, aumentando la probabilità di inondazioni e la gravità dei relativi danni. In aggiunta, si prevede che i cambiamenti climatici possano causare nel futuro una...
  DESCRIZIONE Negli ultimi decenni, i cambiamenti climatici hanno determinato l’incremento della frequenza degli eventi climatici estremi, con rilevanti impatti sui sistemi naturali ed antropogenici, che si sono dimostrati sensibili a tali fenomeni. Si prevede che nel futuro gli effetti dei cambiamenti climatici tenderanno ad essere sempre più rilevanti; in Italia, ad esempio, si prevedono possibili alterazioni del regime idro-geologico, con conseguente aumento del rischio di frane,...
  DESCRIZIONE Pochi immaginano che gli impianti di discarica, anche dopo la loro chiusura, continuino a produrre biogas che, se non correttamente gestito, può essere emesso causando impatti significativi sull’ambiente. Il gas di discarica, prodotto naturalmente dalla degradazione anaerobica della materia organica contenuta nei rifiuti, è costituito principalmente da gas ad effetto serra quali metano (CH4) e anidride carbonica (CO2). Possono inoltre essere presenti in traccia, ovvero...
  DESCRIZIONE Il Pacchetto per il clima e l’energia 2020, varato dall’Unione europea (UE), individua importanti target di efficienza energetica e riduzione delle emissioni di gas climalteranti, perseguiti nell’ottica della sostenibilità energetica e ambientale sia a livello globale che locale. In tale contesto, il progetto Factor20 ha avuto come finalità generale la definizione di un set di strumenti di supporto alla pianificazione delle politiche regionali e nazionali per la...

LIFE

ACT - Adattarsi ai cambiamenti climatici in tempo
BLUE AP - Piano locale di adattamento ai cambiamenti climatici per la città di Bologna
CARBOMARK - Miglioramento delle politiche verso i mercati locali e volontari del carbonio per la mitigazione del cambiamento climatico
Climate changE-R- Riduzione delle emissioni ad effetto serra prodotte dai sistemi agricoli dell’Emilia Romagna
DERRIS - Assicurazione contro i rischi di disastro legati ai cambiamenti climatici
ECORUTOUR- Turismo rurale eco-compatibile in aree protette per uno sviluppo sostenibile a zero emissione di gas ad effetto serra
FACTOR20 - Promozione di azioni dimostrative su scala regionale e locale per raggiungere gli obiettivi dell’Unione Europea del Piano d’azione europeo per il clima “20-20 entro il 2020”
Gaia - Accordo per la forestazione urbana
LACRe - Alleanza locale per la responsabilità climatica
LAKS - Accountability locale per il conseguimento degli obiettivi di Kyoto
LIFE FoResMit - Recupero di foreste degradate di conifere per il ripristino della sostenibilità ambientale e la mitigazione dei cambiamenti climatici
LIFE FutureForCoppices - Gestione sostenibile dei boschi cedui nel sud Europa: indicazioni per il futuro dall'eredità di prove sperimentali
LIFE MAN FOR C.BD – Gestire le foreste con obiettivi multipli: carbonio, biodiversità e benessere socio-economico
LIFE PRIMES - Prevenire il rischio alluvioni rendendo le comunità resilienti
LIFE RE MIDA - Metodi innovativi per il trattamento delle emissioni dei gas residuali nell’impianto di discarica nelle regioni del Mediterraneo
LIFE RESILFORMED – Resilienza al cambiamento climatico delle foreste mediterranee
MHY BUS - Miscela di metano e idrogeno per autobus per il trasporto pubblico cittadino: applicazione tecnica dimostrativa e strategie politiche
OPERA - Una metodologia di modellistica integrata per progettare politiche efficienti di risanamento della qualità dell’aria a scala locale e regionale armonizzate con le azioni nazionali ed Europee
RainBO- Migliorare le conoscenze, i metodi e gli strumenti per aumentare la capacità di resilienza dei centri urbani rispetto a fenomeni estremi di precipitazione
SUSTGREENHOUSE - La serra sostenibile: azione dimostrativa per una serricoltura intensiva a zero emissioni
TRUST - Strumento per la valutazione a scala regionale di migliori tecniche di stoccaggio delle acque sotterranee in adattamento ai cambiamenti climatici
> Vai al programma