Rete Natura 2000

  DESCRIZIONE La Bassa Pianura parmense ha caratteristiche di rilievo naturalistico nell’ambito padano con la presenza di importanti siti per la nidificazione dell’avifauna, l’incrocio tra le rotte migratorie rappresentate dai principali corsi d’acqua come il fiume Po e il Taro, i fontanili e il permanere di colture agricole di pregio come i prati stabili e medicai. Tuttavia, il territorio, pur conservando buone potenzialità naturalistiche, presenta diversi problemi legati all’...
  DESCRIZIONE La Provincia autonoma di Trento conta nel proprio territorio numerose aree protette tra cui: il versante trentino del Parco Nazionale dello Stelvio, 2 Parchi naturali provinciali, 75 Riserve naturali provinciali, 223 Riserve locali, e 155 Siti della Rete Natura 2000. In Trentino la Rete Natura 2000 è caratterizzata da un’estensione di circa 176.219 ha, con 135 Zone Speciali di Conservazione (ZSC), 1 Sito di Importanza Comunitaria (SIC) e 19 Zone di Protezione Speciale (...
  DESCRIZIONE Le tecniche utilizzate dall’agricoltura convenzionale, seppure a fronte di rese produttive molto alte, hanno forti ripercussioni a livello ambientale l’irrigazione, uso eccessivo di fertilizzanti (che impatta sia sulla qualità delle acque che sull’atmosfera), immissione nell’ambiente di antiparassitari, erosione dei suoli nelle aree collinari con ripercussioni sulla produttività delle colture e sugli equilibri degli ecosistemi acquatici. Tutto questo pesa fortemente...
19 Settembre - Questa settimana è in programma a Ischia, nell’ambito del progetto LIFE SEPOSSO “Supporting Environmental governance for the POSidonia oceanica Sustainable transplanting Operations”(LIFE16 GIE/IT/000761), un doppio appuntamento sulla Posidonia oceanica. Il primo evento, di carattere divulgativo, si terrà giovedì 20 settembre, presso la Piazzetta San Girolamo, e mira a sensibilizzare i cittadini sull’importanza e sul rispetto delle praterie di Posidonia oceanica e dei...
  DESCRIZIONE Il progetto CRAINat ha avuto come finalità principale la realizzazione di specifiche azioni di tutela e conservazione dell’Austropotamobius pallipes, comunemente chiamato gambero di fiume. Gli elementi di pressione sulla specie, ad alta priorità di conservazione essendo inserita negli Allegati II e V della Direttiva 92/43/CEE “Habitat”, sono quelli che, singolarmente o in sinergia tra loro, rappresentano le minacce concrete alla sopravvivenza della specie: diffusione...
  DESCRIZIONE  Gli studi più recenti in materia di cambiamento climatico ritengono che  l’area dell’alto Adriatico sarà caratterizzata da un aumento delle temperature medie dell’aria e delle acque del mare, da una diminuzione delle precipitazioni, da una maggiore frequenza e intensità degli eventi estremi, nonché dall’innalzamento del livello del mare. Le zone maggiormente vulnerabili a tali eventi saranno le zone costiere che sono  legate al rischio delle...
  DESCRIZIONE Il Progetto  SOR.BA è stato elaborato con l’obiettivo di riqualificare le sorgenti di uno dei più importanti fiumi di risorgiva a livello europeo, il Bacchiglione in provincia di Vicenza, mediante il ripristino degli habitat originari e la riconversione naturalistica del sito utilizzato fino a pochi anni fa per l’allevamento ittico. Gli interventi hanno riguardato principalmente la ricostruzione del sistema idraulico antecedente alla realizzazione della...
DESCRIZIONE Il progetto SCI d’acqua si è posto l’obiettivo di migliorare lo stato di conservazione di alcune specie faunistiche di Interesse Comunitario legate ad ambienti acquatici (aree umide e corsi d’acqua) esposte a diverse  minacce nell’area alto-appenninica e nella piana intorno a Prato. L’acronimo scelto per l’iniziativa fa riferimento sia alle specie di Interesse Comunitario (Species of Community Interest=SCI), sia al fatto che tutte le specie-obiettivo individuate (pesci,...
  DESCRIZIONE Il progetto LIFE GESTIRE è nato dall’esigenza di sviluppare una strategia integrata per la gestione della Rete Natura 2000 in Lombardia, contribuendo, in linea con la Strategia Europea per la Biodiversità fino al 2020, al ripristino ed al mantenimento di uno stato di conservazione soddisfacente di siti, habitat e specie in una regione, come quella lombarda, particolarmente soggetta a forti pressioni di tipo insediativo e produttivo, ma caratterizzata anche da una grande...
DESCRIZIONE La finalità del progetto P.A.R.C. è stata quella di assicurare il miglioramento dello stato di conservazione delle specie ittiche Lampreda di mare, Cheppia, Vairone, Rovella e Barbo nei fiumi Magra e Vara all’interno dell’areale del Parco Naturale Regionale di Montemarcello-Magra. Nei due corsi d’acqua spezzini sono presenti alcuni ostacoli artificiali che rendono difficili gli spostamenti di queste specie per la ricerca dei siti adatti per la riproduzione incidendo negativamente...