aree costiere

  DESCRIZIONE Abbandonate – accidentalmente o intenzionalmente – e trasportate dalle correnti nell’ambiente marino senza subire sostanziale biodegradazione, le cosiddette “reti fantasma” possono continuare a pescare senza alcun controllo anche per periodi prolungati intrappolando non solo pesci, ma anche molte specie di animali marini protetti, come le tartarughe. Gli uccelli marini che si tuffano per predare le carcasse dei pesci impigliati possono rimanere a loro volta avviluppati...
  DESCRIZIONE  Gli studi più recenti in materia di cambiamento climatico ritengono che  l’area dell’alto Adriatico sarà caratterizzata da un aumento delle temperature medie dell’aria e delle acque del mare, da una diminuzione delle precipitazioni, da una maggiore frequenza e intensità degli eventi estremi, nonché dall’innalzamento del livello del mare. Le zone maggiormente vulnerabili a tali eventi saranno le zone costiere che sono  legate al rischio delle...
07 Settembre - Le aree urbane sono chiamate ad intensificare i loro sforzi per affrontare gli effetti sempre più evidenti dei cambiamenti climatici. Un nuovo modo per affrontare le sfide ambientali e pensare al futuro delle città sono le cosiddette soluzioni "nature based" (soluzioni basate sulla natura),  come i parchi, le aree verdi, le facciate e i tetti verdi per gli edifici. Soluzioni che possono essere economicamente vantaggiose e contemporaneamente in grado di fornire benefici per l...
DESCRIZIONE La capacità di gestire il rischio in aree costiere e la necessità di aumentare la resilienza all’erosione ed all’inondazione costiera richiedono un approccio olistico, partecipato ed interdisciplinare. Le soluzioni messe a punto dagli specialisti vanno contestualizzate nelle comunità locali, considerate le condizioni economiche, sociali e culturali, e devono tenere conto dell’innalzamento medio del mare e degli effetti dei cambiamenti climatici. Proprio in questa prospettiva...
DESCRIZIONE Il Progetto CLIM-RUN (2011-2014) ha avuto come principale obiettivo quello di definire un protocollo di comunicazione attraverso il quale le informazioni climatiche sono trasferite dai ricercatori ai soggetti interessati al fine di sviluppare misure di adattamento adeguate applicando i più recenti strumenti di modellistica numerica allo sviluppo di informazioni climatiche utilizzabili da ampi strati della società a livello regionale e locale (decisori politici, amministrazioni...