Progetto

LAKS - Accountability locale per il conseguimento degli obiettivi di Kyoto

LAKS - Accountability locale per il conseguimento degli obiettivi di Kyoto

Logo LAKS

LAKS - Accountability locale per il conseguimento degli obiettivi di Kyoto

DESCRIZIONE

Le emissioni di gas serra (GHG) in atmosfera prodotte dalle attività di origine antropica e il conseguente riscaldamento globale rappresentano una sfida reale che necessita il rafforzamento di azioni di adattamento e mitigazione a vari livelli, nazionale, regionale e locale. A livello locale, il progetto LAKS ha avuto come finalità generale quella di dimostrare il potenziale delle città nel saper cogliere opportunità e creare sinergie per contribuire attivamente al raggiungimento degli obiettivi del Protocollo di Kyoto e del Pacchetto clima-energia 20-20-20 della Commissione europea in tema di contrasto dei cambiamenti climatici e di promozione dell’utilizzo delle fonti energetiche rinnovabili.
Il progetto ha visto il coinvolgimento diretto di 4 comuni europei: il Comune di Bydogsozcz (Polonia), il Comune di Girona (Spagna) e in Italia i Comuni di Reggio Emilia e Padova.

Gli enti locali e nello specifico i comuni, diretti rappresentanti dei cittadini, sono gli attori fondamentali per migliorare l’attuazione delle politiche di contrasto ai cambiamenti climatici, per realizzare azioni locali e gestire incentivi finalizzati alla riduzione delle emissioni di gas serra sul territorio. Inoltre, assicurano che le attività proposte tengano in considerazione la salute e il benessere dei cittadini e che le proprie comunità possano godere dei benefici derivanti dagli interventi avviati. Peculiarità questa riconosciuta anche dalla Campagna del Patto dei Sindaci, lanciata nel 2008 dall'Unione europea, per la riduzione entro il 2020 di almeno il 20% delle emissioni di gas serra a livello locale.

Gli obiettivi specifici del progetto sono stati:

  • contribuire agli obiettivi del pacchetto sul cambiamento climatico della Commissione europea a livello locale evidenziando il principio di sussidiarietà delle amministrazioni locali;
  • fornire alle amministrazioni locali gli strumenti e i mezzi per facilitare l'introduzione degli obiettivi di riduzione delle emissioni di gas serra nelle politiche comunali;
  • sviluppare un metodo standard per la valutazione dell'impatto degli interventi politici sulle emissioni;
  • aumentare la trasparenza e l'accountability all'interno delle amministrazioni locali, in particolare sulle questioni ambientali e sull'emissione di gas serra.

Con riferimento a tali obiettivi, LAKS è stato progettato sia per favorire l’inserimento delle politiche di lotta ai cambiamenti climatici nei processi decisionali su scala locale, sia per rafforzare il processo di responsabilizzazione dei comuni nel contribuire a risolvere un problema ambientale globale attraverso un approccio “glocale”. Le azioni proposte, per essere efficaci, devono essere trasversali e coinvolgere tutti i settori della pubblica amministrazione. Ciò comporta di conseguenza una maggiore complessità nel coordinare e monitorare le iniziative intraprese, anche in funzione della distribuzione delle risorse economiche disponibili. Al fine di poter superare queste difficoltà è necessario un impegno da parte dei comuni e l’adozione di particolari strategie organizzative. In tale prospettiva il progetto ha creato una serie di strumenti di pianificazione e implementazione volti a semplificare il processo di responsabilizzazione delle amministrazioni sui temi legati al cambiamento climatico.

 

LE FASI DEL PROGETTO

Le principali azioni del progetto hanno riguardato:

  • rassegna internazionale ed analisi delle metodologie e dei diversi strumenti utili per la definizione del “Sistema di accountability locale per il clima” attraverso la raccolta delle informazioni sulle più importanti metodologie per il calcolo delle emissioni di gas serra; la raccolta e l'analisi critica dei più importanti strumenti e sistemi di gestione ambientale e di accountability.
  • Audit e road map verso il sistema di accountability per il clima. Per ciascuna città partner è stato realizzato un audit interno per analizzare le condizioni di partenza e i punti di forza e di debolezza di ogni autorità locale ed è stata definita una road map con le raccomandazioni chiave per l'integrazione di una strategia climatica nelle politiche locali. Il processo per la definizione del sistema di accountability locale delle politiche per il clima è stato articolato in 4 fasi, ciascuna delle quali volta a supportare le amministrazioni locali nello sviluppo di strumenti specifici utili al raggiungimento dei risultati del progetto:
    • sviluppo di un inventario delle principali emissioni di gas serra prodotte a livello locale. Questa fase ha costituito il punto di partenza per lo sviluppo del Piano di mitigazione e adattamento (PMA) e per la definizione dell'obiettivo di riduzione delle emissioni del comune;
    • valutazione multicriteri delle politiche locali per l’individuazione delle azioni da realizzare nell'ambito del PMA con l’obiettivo di valutare l'impatto ambientale e socio-economico, a livello locale, collegato all'attuazione delle politiche e degli interventi da includere nell'ambito del Piano; supportare le amministrazioni nella scelta degli interventi più efficaci; guidare il percorso dalla fase di inventario all'esecuzione del Piano aiutando i comuni a valutare diverse possibilità prendendo in considerazione l'impatto ambientale, sociale ed economico; creare un database con le possibili politiche di riduzione delle emissioni di CO2;
    • sviluppo del Piano di mitigazione e adattamento attraverso il coinvolgimento di diversi settori comunali;
    • bilancio del clima, un sistema di monitoraggio realizzato nell'ambito del progetto per valutare annualmente lo stato dell'esecuzione delle politiche comprese nel PMA e i conseguenti risultati raggiunti;
  • applicazione a livello territoriale delle attività di progetto nei comuni di Reggio Emilia, Padova, Girona, Bydgoszcz.

 

RISULTATI RAGGIUNTI

LAKS ha prodotto un modello per la rilevazione e misurazione dello stato delle emissioni di gas serra e per la pianificazione di interventi in ambito di mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici che può essere applicato ad altre municipalità impegnate nella lotta ai cambiamenti climatici. Le attività di progetto hanno, inoltre, prodotto 4 casi studio concreti nei comuni di Reggio Emilia, Padova, Girona, Bydgoszcz .
L’intervento ha contribuito a fornire ai comuni strumenti operativi utili per l’elaborazione della strategia locale sul clima e del Piano di mitigazione e adattamento. L’ideazione e la realizzazione del sistema di climate accountability è stato supportato dal punto di vista tecnico dall’ARPA Emilia Romagna.
Le metodologie sviluppate e gli strumenti di lavoro sono disponibili sul sito del progetto in 4 lingue (Inglese, Italiano, Polacco e Spagnolo), tra questi sono compresi:

  • la Guida alla realizzazione dell'inventario Laks delle emissioni di gas serra che contiene suggerimenti e istruzioni per il personale del comune incaricato di sviluppare l’Inventario delle emissioni delle attività comunali e l’Analisi delle emissioni del territorio (entrambi forniscono ai comuni informazioni utili per lo sviluppo di un approccio strategico per la riduzione delle emissioni di gas serra). Il personale delle amministrazioni locali non deve necessariamente essere esperto in climatologia per poterlo utilizzare. Gli strumenti di lavoro collegati all’inventario delle emissioni sono: il Report sulle emissioni di gas serra che costituisce uno dei principali deliverable prodotti per contabilizzare le emissioni di gas serra generate dal comune e per creare un punto di partenza per lo sviluppo di strategie di riduzione. Il report è stato sviluppato, inoltre, per fungere da strumento per la comunicazione interna ed esterna relativamente alle maggiori fonti di gas serra del comune. Ciascuno dei 4 comuni coinvolti nel progetto ha prodotto un proprio report (Reggio Emilia, Padova, Bydgoszcz, Girona); lo strumento di calcolo dell’Inventario delle emissioni di gas serra (ne è stato realizzato uno per ciascun Paese partner) che consente di calcolare facilmente tutte le emissioni prodotte localmente distinguendo tra una sezione attività comunali (edifici, parco macchine, illuminazione stradale, acqua, acque reflue e rifiuti) e attività sul territorio (residenziale, commerciale, industriale, trasporti e rifiuti;
  • La Guida per lo sviluppo di una valutazione multicriteri delle politiche per identificare gli interventi più efficaci da realizzare nell'ambito del PMA con gli obiettivi di valutare l'impatto ambientale, sociale ed economico a livello locale, correlato all'esecuzione delle politiche e degli interventi da includere nell'ambito del PMA; supportare le amministrazioni a scegliere gli interventi più idonei; guidare il percorso dalla fase di inventario all'esecuzione del Piano aiutando i comuni a valutare diverse possibilità considerando l'impatto ambientale e socio-economico; creare un database con le possibili politiche per ridurre le emissioni di CO2 a livello locale. Sono stati realizzati due strumenti operativi per assistere i comuni nel corso di questa fase: lo strumento di Valutazione multicriteri delle politiche  e il Report sulla valutazione multicriteri delle politiche
  • La Guida per lo sviluppo del Piano di mitigazione e adattamento con l’obiettivo di supportare il comune nelle fasi d  sviluppo di un Piano che includa tutti gli interventi che possono ridurre le emissioni di gas serra a livello locale; coinvolgimento di diversi settori comunali per capire come possono agire per ridurre le emissioni di gas serra; creazione di obiettivi e responsabilità specifiche per agevolare il monitoraggio dei risultati. Gli strumenti di lavoro collegati allo sviluppo del PMA sono: lo Strumento per la stesura del Piano di mitigazione e adattamento; i Metodi per calcolare le riduzioni di CO2 ; il Modello per il Piano di mitigazione e adattamento; lo Strumento di presentazione per il Piano di mitigazione e adattamento (PPT).
    Per ciascuna città partner del progetto è stato elaborato un Piano di mitigazione e adattamento (Reggio Emilia, Padova, Bydgoszcz e Girona) che definisce come il comune intende ridurre le emissioni sul proprio territorio e identifica gli ambiti su cui intervenire per adattare la città ai cambiamenti climatici;
  • la Guida per lo sviluppo del Bilancio del clima, strumento di supporto per strutturare il sistema di monitoraggio che può essere compilato ogni anno al fine di renderlo un processo di accountability costante e di integrare la procedura decisionale del comune con il Piano di mitigazione e adattamento. Inoltre, è stato predisposto il format del Bilancio del clima.
Tema 
Beneficiario coordinatore 
Comune di Reggio Emilia
Contatti 
Patrizia Catellani
Budget 
1.304.758,00
Contributo EU 
652.379,00
Anno Call 
2007
Anno di inizio 
2009
Anno di chiusura 
2011