Start up e sviluppo urbano, dalla Commissione due nuovi strumenti finanziari

Agevolare l’accesso ai finanziamenti per start up e promotori di progetti in materia di sviluppo urbano. Questo l’obiettivo dei due nuovi strumenti finanziari lanciati dalla Commissione europea che nel periodo 2014-2020 incoraggia gli Stati membri a raddoppiare gli investimenti a titolo dei Fondi strutturali e di investimento (SIE) ricorrendo a prestiti, capitale proprio e garanzie. Con i tre già attivati nel 2014 (prestito con condivisione del rischio, strumento con garanzia limitata, prestito per la ristrutturazione) salgono così a 5 gli strumenti finanziari a cui sono destinati, nell’attuale periodo di programmazione, 20 miliardi di euro dei fondi SIE. I due nuovi arrivati sono il fondo di co investimento e i fondi per lo sviluppo urbano. Il primo fornisce risorse per start up e PMI che, grazie a questo sostegno, saranno in grado di sviluppare i loro modelli aziendali e attrarre finanziamenti aggiuntivi tramite un organismo di investimento collettivo. I Fondi per lo sviluppo urbano prevedono, invece, il finanziamento di progetti sostenibili in ambiti come il trasporto pubblico, l'efficienza energetica o la riqualificazione degli spazi urbani. Nel 2015 la Commissione, in collaborazione con la BEI, ha lanciato la piattaforma FI-Compass che fornisce informazioni pratiche per supportare le autorità di gestione e i soggetti interessati nell’utilizzo degli strumenti finanziari.

Per maggiori informazioni

DG Regio

BEI