Soluzioni per la salvaguardia dell’ambiente marino finanziate con il programma LIFE: consulta la pubblicazione “LIFE the MARINE ENVIRONMENT”

28 Settembre - Il programma LIFE svolge un ruolo importante nella salvaguardia dei mari e degli oceani. Numerosi sono a tal fine i progetti cofinanziati per la tutala dell’ambiente marino (circa 120), che hanno mobilitato quasi 320 milioni di euro, compreso il contributo UE di 170 milioni di Euro. Le soluzioni sviluppate possono essere trasferite e replicate in tutta Europa.

Inoltre, va evidenziato che con i progetti LIFE è stato adottato un approccio integrato che ha creato importanti sinergie, in particolare, tra la Direttiva quadro sulla strategia per l’ambiente marino (2008/56/CE), le Direttive Habitat (92/43/CEE) e Uccelli (79/409/CEE), il Piano d'azione sull'economia circolare, la Direttiva quadro sulle acque (2000/60/CE) e la Strategia sulle materie plastiche. L’integrazione delle politiche europee è ulteriormente favorita attraverso il finanziamento dei progetti integrati, come LIFE-IP INTEMARES (LIFE15 IPE/ES/000012). Molti dei progetti realizzati o in corso di attuazione sono descritti nella pubblicazione “LIFE the MARINE ENVIRONMENT” recentemente pubblicata dalla Commissione europea, tra questi anche i progetti italiani di seguito riportati:

  • TARTALIFE (LIFE12 NAT/IT/000937): volto a perseguire la riduzione della mortalità di Caretta causata accidentalmente dalle attività di pesca professionali;
  • ROC-POP-LIFE (LIFE16 NAT/IT/000816): ideato per promuovere il miglioramento della biodiversità attraverso il ripristino delle popolazioni di Cystoseira;
  • RES MARIS (LIFE13 NAT/IT/000433): volto al recupero di habitat minacciati nell’area marina di Capo Carbonara in Sardegna;
  • SMILE (LIFE12 ENV/IT/000289): incentrato sulle strategie per la riduzione dei rifiuti marini e la prevenzione dell’inquinamento marino nelle zone costiere;
  • GHOST (LIFE12 BIO/IT/000556): volto a promuove misure concrete per preservare e migliorare lo stato ecologico degli habitat rocciosi (Tegnùe) nel mare Adriatico settentrionale;
  • Clean Sea LIFE  (LIFE15 GIE/IT/000999):  ideato per accrescere l’attenzione del pubblico sulla quantità di rifiuti presenti in mare e sulle spiagge e a mostrare in che modo ne siamo responsabili, nonché promuovere l’impegno attivo e costante per l’ambiente;
  • MERMAIDS (LIFE13 ENV/IT/001069): pensato per la riduzione dell’impatto delle microplastiche causato dai processi di lavaggio dei tessuti;
  • FISH SCALE (LIFE09 INF/IT/000076): volto a stimolare il cambiamento delle attitudini dei consumatori, favorendo la riscoperta, la conoscenza, l'apprezzamento e il consumo di specie ittiche locali spesso trascurate;
  • REMEDIA Life  (LIFE16 ENV/IT/000343): volto ad affrontare il problema della riduzione dell’impatto ambientale nella maricoltura intensiva in gabbie galleggianti;
  • WHALE (LIFE13 NAT/IT/001061): ideato per sviluppare un sistema di prevenzione di interferenze per individuare e seguire i capodogli, identificare le minacce e prevenire collisioni e altri rischi emettendo messaggi di avviso in tempo reale alle navi nella zona;
  • SEDI.PORT.SIL (LIFE09 ENV/IT/000158): ideato per il recupero di sedimenti derivanti dal dragaggio portuale e la produzione di silicio nel porto di Ravenna;
  • Green Site (LIFE10 ENV/IT/000343): pensato per dimostrare l’efficacia di una tecnologia innovativa per la bonifica di sedimenti derivanti dall’escavo dei canali situati nell’area industriale di Porto Marghera (Venezia, Italia);
  • Life4MarPiccolo (LIFE14 ENV/IT/000461): volto alla riqualificazione ambientale del Mar Piccolo di Taranto, attraverso un’azione diretta di bonifica di porzioni discrete contaminate dei fondali e delle acque, mediante la progettazione e messa in opera di un impianto pilota di depurazione.

Per scaricare la pubblicazione clicca qui.