Relazione sul contributo del programma LIFE all’occupazione e alla green economy

Relazione sul contributo del programma LIFE all’occupazione e alla green economy24 Febbraio - Un gruppo di esperti del Team esterno di monitoraggio (Neemo) ha prodotto una relazione che analizza il ruolo del programma LIFE nella creazione di posti di lavoro verdi e nel favorire una crescita economica sostenibile in Europa.

Lo studio – LIFE: Contributing to Employment and Economic Growth – esamina, in particolare, gli aspetti inerenti alla sostenibilità (vale a dire la fattibilità dell’implementazione dei risultati dei progetti dopo la fine del finanziamento) e replicabilità (cioè il grado in cui i risultati dei progetti vengono adottati in altri contesti o settori) dei progetti LIFE.

Lo relazione è divisa in 4 sezioni complementari. Lo studio, infatti, si concentra dapprima su un’analisi statistica ed econometrica dei progetti LIFE in termini di sostenibilità e potenziale di replicabilità. Esamina poi l’impatto economico dei progetti LIFE selezionati nell’ambito di diversi scenari di replicabilità. La terza sezione mette in evidenza il potenziale economico “nascosto” dei progetti LIFE Natura grazie ai servizi ecosistemici da essi forniti. La sezione finale della relazione presenta una panoramica delle recenti iniziative di Green Finance che possono facilitare la replicabilità dei risultati dei progetti LIFE.

I risultati più importanti della relazione includono la quantificazione di “cluster”, con alcuni paesi che risultano specializzati in progetti LIFE Ambiente e Natura. Vi è anche un’elevata concentrazione di progetti in settori che rivestono un’elevata importanza economica – come la gestione dei rifiuti e della acque di scarico, la protezione dell’aria e del suolo – che rappresentano circa il 70% di tutti i progetti. Lo studio rivela inoltre le principali determinanti della sostenibilità e della replicabilità dei progetti LIFE, che comprendono il livello di innovazione, il budget previsto il personale e le infrastrutture, la spesa per i prototipi, il numero dei beneficiari  e, in una certa misura, il settore economico.

La relazione conclude che con un investimento iniziale di 2,1 miliardi di euro (finanziamento totale dei progetti LIFE per il periodo 1991-2016), il programma LIFE ha portato alla creazione di un numero di posti di lavoro corrispondente a 74.500 equivalenti a tempo pieno (ETP) – 31.000 durante l’attuazione dei progetti e 43.000 come risultato dei primi cinque anni di replica dei progetti – contribuendo quindi all’economia europea per un valore pari 9.3 miliardi di euro. È stato stimato, inoltre, che progetti LIFE Natura contribuiscono all’economia europea con circa 43 miliardi di euro, quando il loro ruolo nel migliorare i servizi ecosistemici viene monetizzato.