Nuovo Patto dei Sindaci: 250 le adesioni ad un anno dal lancio

13 Settembre - A meno di un anno dal suo lancio, già 250 città hanno aderito al Patto dei sindaci per il clima e l’energia, la  più grande iniziativa europea che riunisce le autorità locali e regionali per il raggiungimento, sul loro territorio, degli obiettivi Ue in questi settori. I firmatari del Patto si impegnano a ridurre, volontariamente, le emissioni di gas serra di almeno il 40% entro il 2030 attraverso investimenti in efficienza energetica e fonti rinnovabili, adottando un approccio integrato per affrontare la mitigazione e l'adattamento ai cambiamenti climatici. L’iniziativa è nata nel 2015 dalla fusione tra il “vecchio” Patto dei Sindaci, avviato nel 2008, volto a sostenere gli enti locali nell’attuazione delle politiche nel campo dell’energia sostenibile, e il Mayor Adapt lanciato nel 2014 per promuovere l’adozione di azioni di prevenzione volte a preparare le città agli inevitabili effetti dei cambiamenti climatici. Il nuovo Patto dei Sindaci, presentato il 15 ottobre 2015, si fonda su tre pilastri:  mitigazione, adattamento ed energia sicura, sostenibile e alla portata di tutti. La maggior parte dei firmatari del Patto sono piccole e medie città di oltre 20 diversi paesi.
La strategia alla base del Patto dei Sindaci è il punto di partenza del progetto in corso LIFE SEC ADAPT la cui finalità è rafforzare la capacità di adattamento ai cambiamenti climatici degli enti locali in Italia e in Croazia  e favorire il passaggio verso un’economia a basse emissioni di carbonio, nonché promuovere l’integrazione degli obiettivi climatici nelle politiche di sviluppo regionale attraverso l’adesione all’iniziativa Mayor Adapt.  Le due aree progettuali sono le regioni Marche, in Italia, e Jadranska Hrvastska, in Croazia caratterizzate da condizioni climatiche simili che negli ultimi anni hanno fatto registrare eventi metereologici estremi a causa della siccità e dell’innalzamento delle temperature. Scopo ultimo del progetto è adottare e aggiornare il modello di Comunità Energeticamente Sostenibili (SEC - Sustainable Energy Communities) al fine di migliorare la governance climatica.  Attraverso LIFE SEC ADAPT, i 12 Comuni marchigiani partner di progetto (Ancona, Ascoli Piceno, Fabriano, Fermo, Jesi, Macerata, Offida, Pesaro, San Paolo di Jesi, Santa Maria Nuova, Senigallia, Urbino) proseguono il virtuoso cammino iniziato con il progetto CITY_SEC (IEE Programme 2007-2013), aggiornando e promuovendo il modello SEC che fa dei comuni gli attori-chiave per lo sviluppo sostenibile attraverso il coordinamento e il supporto delle Agenzie di Sviluppo Regionali.

Info per adesioni