Emissioni di gas serra: le proiezioni al 2030 nell’inventario annuale pubblicato dall’Ispra

18 Maggio - Lo scorso 15 maggio nel corso dell’evento “Gas serra: inventario delle emissioni, proiezioni al 2030 e politiche sul clima”, che si è svolto presso la sede del Ministero dell’ambiente, è stato presentato l’aggiornamento annuale dell’Inventario italiano delle emissioni di gas serra 1990 -2016 - National Inventory Report 2018, con proiezioni al 2030. Come ogni anno, per l’Italia a garantire la predisposizione e l’aggiornamento dell’inventario dei gas serra è l’ISPRA su incarico del MATTM. Secondo quanto riportato, uno dei principali contributi alla diminuzione delle emissioni negli ultimi anni è da attribuire alla crescita della produzione di energia da fonti rinnovabili e all’incremento dell’efficienza energetica nei settori industriali. Tra i settori più critici rientra invece quello dei rifiuti,  in particolare per quanto concerne la gestione e il trattamento.

Il documento si inserisce nell’ambito della Convenzione Quadro sui Cambiamenti Climatici delle Nazioni Unite (UNFCCC), del protocollo di Kyoto e del Meccanismo di Monitoraggio dei Gas Serra dell’UE. Ogni Paese che partecipa alla Convenzione, infatti, oltre a fornire annualmente l’inventario nazionale delle emissioni, deve documentare nel National Inventory Report le metodologie di stima, le fonti dei dati di base e dei fattori di emissione utilizzati, nonché illustrare il sistema di Quality Assurance/Quality Control cui è soggetto l’inventario. Il Report rappresenta, inoltre, un importante riferimento per la pianificazione e l’attuazione delle politiche ambientali da parte delle istituzioni.

L’Inventario è disponibile sul sito web dell’ISPRA clicca qui

Gli interventi dei relatori dell’evento del 15/05/2018 sono disponibili sul canale youtube