Economia circolare: La Commissione offre orientamenti sul recupero di energia dai rifiuti e lavora con la BEI per stimolare gli investimenti

27 Gennaio - Ad un anno dall’adozione del pacchetto sull’economia circolare, la Commissione riferisce sui risultati delle principali iniziative del piano d’azione del 2015, COM(2017) 33 final.

Il pacchetto sull’economia circolare, adottato il 2 dicembre 2015, rappresenta un ambizioso percorso composto da un piano d'azione dell'UE con misure relative all'intero ciclo di vita dei prodotti: dalla progettazione, all'approvvigionamento, alla produzione e al consumo fino alla gestione dei rifiuti e al mercato delle materie prime secondarie.

Contemporaneamente alla relazione sull’attuazione del Pacchetto, la Commissione ha inoltre:

  • adottato ulteriori misure per istituire, di concerto con la Banca europea per gli investimenti (BEI), una piattaforma per il sostegno finanziario all'economia circolare che riunirà investitori e innovatori;
  • pubblicato orientamenti per gli Stati membri su come convertire i rifiuti in energia;
  • proposto un miglioramento mirato della legislazione relativa a determinate sostanze pericolose presenti nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche.

Piattaforma per il sostegno all’economia circolare: Sfruttando lo slancio del piano di investimenti per l'Europa, la piattaforma permetterà di rafforzare il collegamento tra gli strumenti esistenti, quali il Fondo europeo per gli investimenti strategici (EFSI) e l'iniziativa InnovFin (Finanziamento dell'UE per l'innovazione, finanziata da Horizon 2020) per progetti nell'ambito dell'economia circolare. La piattaforma riunirà la Commissione, la BEI, le banche nazionali di promozione, gli investitori istituzionali, farà conoscere le opportunità di investimento nell'economia circolare e diffonderà le migliori pratiche presso possibili promotori, analizzandone i progetti e le esigenze finanziarie e fornendo consulenze sulla strutturazione e le possibilità di finanziamento.

Gli orientamenti sulla conversione dei rifiuti in energia: La comunicazione della Commissione (COM(2017) 34 final) sul ruolo dei processi "dai rifiuti all'energia" nell'economia circolare, fornisce agli Stati membri orientamenti per trovare il giusto equilibrio nelle capacità di termovalorizzazione, classificando le opzioni di gestione dei rifiuti in funzione della loro sostenibilità e assegnando assoluta priorità alla prevenzione e al riciclaggio.

Aggiornamento della legislazione relativa a sostanze pericolose: si tratta di una proposta per aggiornare la legislazione che limita l'uso di determinate sostanze pericolose nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche (la direttiva RoHS). La proposta intende favorire la sostituzione dei materiali pericolosi al fine di rendere più conveniente il riciclaggio dei componenti.

Per illustrare i principali risultati fin qui ottenuti e discutere con i portatori di interessi degli obiettivi futuri, la Commissione e il Comitato economico e sociale europeo organizzano una conferenza sull'economia circolare che si terrà il 9-10 marzo 2017. In tale occasione sarà annunciata la creazione di una piattaforma dei portatori di interessi dell'economia circolare.