Biodiversità: quattro amministrazioni regionali in Lombardia per approfondire progetti “Gestire” e “Gestire 2020”

01 ottobre 2019Il 2-3 ottobre terza visita di studio del progetto “Mettiamoci in RIGA”, linea d’intervento LQS, con destinatari Lazio, Molise, Abruzzo e Sardegna

Le Regioni Lazio, Molise, Abruzzo e Sardegna approfondiranno sul campo le esperienze “Gestire” e “Gestire 2020”, i progetti LIFE che in Lombardia sviluppano una strategia integrata per la “Rete Natura 2000”.  La terza study visit della Linea LQS del Progetto Mettiamoci in RIGA, realizzato dal Ministero dell’Ambiente a valere sul PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020, è incentrata sul tema biodiversità: il 2 e 3 ottobre, prima nel Palazzo Lombardia di Milano per analizzare nel dettaglio il progetto “Gestire” e poi nella provincia di Bergamo (Cenate di Sopra, Cenate di Sotto e Ponte San Pietro) per vedere da vicino le aree d’intervento di “Gestire 2020”. L’obiettivo della linea d’intervento, incentrata sui progetti per l’Ambiente e il Clima contenuti nella “Piattaforma delle Conoscenze” (www.pdc.minambiente.it), è accompagnare le Regioni interessate nel percorso di replicazione delle buone pratiche sul loro territorio.

Il progetto “Gestire” ha visto la Regione Lombardia impegnata a sviluppare una strategia integrata per la gestione dei 242 siti della “Rete Natura 2000” regionali per mantenere, in linea con gli obiettivi europei, un adeguato stato di conservazione di siti, habitat e specie in un territorio ricco di biodiversità ma, allo stesso tempo, soggetto a forti pressioni produttive e di insediamento. Il progetto, anche attraverso il coinvolgimento di amministratori e portatori d’interesse, ha permesso un’approfondita analisi scientifica ma anche socio-economica della Rete Natura 2000 lombarda.

Dal lavoro di LIFE Gestire è scaturito il progetto integrato Gestire 2000, con cui la Regione Lombardia intende dare attuazione concreta alla strategia integrata e raggiungere gli obiettivi indicati dalle Direttive comunitarie “Habitat” e “Uccelli” sulla base dei contenuti del PAF (“Prioritized Action Framework”) regionale elaborato grazie al primo progetto. Il 3 ottobre, nell’ambito del progetto Gestire 2020, le amministrazioni beneficiarie visiteranno le azioni di conservazione dei chirotteri e del gambero di fiume nella Riserva naturale Oasi del WWF di Valpredina,  le aree di intervento del progetto “Natura Vagante”, le azioni di riqualificazione forestale per il controllo di specie aliene invasive presso l’isolotto di Ponte San Pietro.