Cos'è la piattaforma

Che cos’è la Piattaforma delle Conoscenze?

In Italia sono presenti un numero importante di progetti, finanziati dalla Commissione europea (LIFE, CIP Eco Innovazione, CIP Europa Intelligente Energia, VII Programma Quadro di Ricerca) che hanno sperimentato con successo soluzioni, tecniche, metodi ed approcci, in materia di ambiente ed hanno contribuito a migliorare la base delle conoscenze nonchè favorito l’attuazione e lo sviluppo delle politiche e della legislazione dell’Unione. A fronte di un notevole numero di progetti di eccellenza, rispetto alle principali tematiche ambientali (rifiuti, efficienza delle risorse, tutela del suolo, inquinamento atmosferico, ambiente e salute, sostanze chimiche, adattamento e mitigazione dei cambiamenti climatici), si è ritenuto necessario compiere una scelta strategica e pragmatica diretta a mettere a sistema tutte le buone pratiche ambientali e sul clima per valorizzare e capitalizzare le esperienze a livello nazionale.

A chi è rivolta?

La Piattaforma delle Conoscenze è stata concepita quale mezzo di condivisione delle buone pratiche e di networking tra tutti coloro che hanno sviluppato la buona pratica con i potenziali “replicatori”.

La Piattaforma delle Conoscenze è rivolta a tutti quei soggetti pubblici e privati che programmano investimenti in campo ambientale, offrendo metodi, tecniche e modelli già sperimentati a livello locale e potenzialmente replicabili.

Che cosa contiene?

La Piattaforma delle Conoscenze è un sito web dinamico, collegato al portale del Ministero dell’Ambiente, che contiene le schede tecniche di dettaglio delle buona pratiche con i relativi risultati raggiunti. Tali schede sono state raggruppate per settore tematico (rifiuti, natura, biodiversità, acqua, ambiente urbano, clima, energia, suolo e uso efficiente delle risorse). Il sito web inoltre, comprende un’area dedicata alla normativa ambientale, nazionale e comunitaria, e una sezione riservata ai programmi di finanziamento che prevedono sovvenzioni di azioni nei settori dell’ambiente e del clima. La Piattaforma consentirà di tenersi al passo sui sistemi e le tecnologie ambientali in determinati settori chiave.

Qual è l’obiettivo?

La Piattaforma delle Conoscenze ha come principale obiettivo quello di facilitare l’accesso alle buone pratiche contribuendo a trasferirle a coloro che sono alla ricerca di una soluzione già testata, prontamente cantierabile ed implementabile dalle autorità pubbliche (Amministrazioni centrali, Regioni, Enti Locali, Enti di ricerca, Parchi, Università) o dal sistema produttivo. Tutto ciò nell’ottica di migliorare l’efficacia dell’utilizzo dei finanziamenti pubblici ed aumentarne l’impatto.

I Focus della Piattaforma delle Conoscenze:

  • Complementarietà: rendere effettivo l’uso ottimale dei fondi e dei finanziamenti dell’Unione Europea, nei settori della tutela dell’ambientale e dell’adattamento e mitigazione dei cambiamenti climatici, massimizzando l’impatto e l’efficienza dei finanziamenti pubblici dell’Unione attraverso i programmi a gestione diretta ed indiretta ed evitando il rischio del doppio finanziamento.
  • Sinergia: evitare che gli investimenti siano fine a sé stessi, ma abbiano invece un maggiore impatto ed una sostenibilità nel tempo. In questo senso sinergia significa anche ampliare l’impatto dei Fondi.
  • Condivisione: mettere a sistema tutte le buone pratiche finanziate in Italia nel corso delle programmazioni 2007-2013 e 2014-2020.
  • Suggerire i fondi e gli strumenti finanziari attivi per l’implementazione dei risultati.
  • Coordinare tutte le iniziative nazionali o locali su uno specifico settore ambientale (Acqua, Rifiuti, Adattamento, ecc.).
  • Favorire il Networking con le reti tematiche e le piattaforme esistenti.
  • Ispirare aggiornamenti normativi.
  • Favorire partnership pubblico – private.
  • Fornire una rassegna aggiornata della normativa e delle politiche nazionali e dell’Unione in campo ambientale e del clima

La Piattaforma delle Conoscenze non si limiterà a mettere a sistema tutte le buone pratiche, ma rappresenterà anche il perno di una campagna di comunicazione nazionale che verrà promossa per aumentare la conoscenza delle soluzioni sperimentate rivolta a tutti gli stakeholders.